Soldi e giovani. Tre consigli per i ragazzi che vogliono imparare.


soldi e giovani

 

Qual è il rapporto tra soldi e giovani?

Secondo diversi studi recenti i ragazzi di oggi non sembrerebbero avere grande dimestichezza con la gestione del denaro.

Le competenze in materia economica, che nel nostro Paese appaiono poco diffuse in generale, risultano infatti particolarmente scarse nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 34 anni.

Del resto, le prime nozioni sulla gestione dei soldi vengono apprese in famiglia e se il contesto non favorisce l’educazione finanziaria, magari perché i genitori stessi  non padroneggiano l’argomento, è inevitabile che i ragazzi restino impreparati.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti,  pur avendo a disposizione motori di ricerca e strumenti tecnologici di ogni tipo, i giovani imparano a rapportarsi col denaro, principalmente, in base a ciò che recepiscono all’interno del nucleo familiare.

 

I ragazzi chiedono più educazione finanziaria

Nonostante la scarsa esperienza sul tema, i ragazzi si mostrano sempre più interessati ad apprendere le informazioni di base necessarie per una buona gestione del denaro.

Vorrebbero essere più informati e competenti e, soprattutto, desiderano conoscere meglio gli strumenti per la gestione dei risparmi e sono interessati a capire come investire per il proprio futuro.

Per questa ragione vorrebbero approfondire temi come la previdenza integrativa e si domandano quali siano i comportamenti da mettere in atto in caso di imprevisti, come la perdita del posto di lavoro

Dall’ultima indagine Acri-Ipsos, emerge anche una spiccata sensibilità per i temi legati alla sostenibilità economica, ambientale e sociale.

 

Tre consigli per i ragazzi che vogliono imparare

 Come abbiamo visto nel nostro articolo dedicato alla Giornata del Risparmio, un provvedimento recente prevede l’insegnamento dell’educazione finanziaria nelle scuole, come ambito dell’educazione civica; tuttavia, il ruolo della famiglia e  degli adulti di riferimento, resta fondamentale.

Giovanna Paladino, direttore e curatore del Museo del Risparmio, interpellata da Donna Moderna, ha condiviso tre preziosi suggerimenti per supportare i giovani nel miglioramento della propria gestione finanziaria.

Vediamo quali.

  • Pensare al futuro, stabilendo un obiettivo piacevole e realistico (un concerto, un viaggio, l’acquisto di qualcosa che si desidera fortemente) per poi organizzarsi in modo da raggiungere lo scopo prefissato, evitando di spendere soldi in oggetti superflui o in attività di cui si può fare a meno.
  • Evitare paragoni con chi abbiamo attorno per sfuggire alla tentazione di cedere a un consumismo guidato non da necessità o desideri autentici, ma dalla spinta all’
  • Uno sguardo alla sostenibilità: le criptovalute, a esempio, che sembrano attrarre i giovani, possono essere gestite anche con finalità criminali. Inoltre, la creazione di un solo nuovo blocco richiede una quantità di energia fossile pari a quella necessaria a coprire il consumo annuale di una nazione come la Svezia.

Vuoi saperne di più?

Sul sito del Museo del Risparmio puoi trovare tanti spunti utili a rendere una corretta gestione finanziaria semplice, divertente e alla portata di tutti. 

 

8 novembre 2023

 

tag: soldi e giovani