L’IDEA


Perché un museo del risparmio?

Nella vita quotidiana, sempre più influenzata da decisioni collegate alla finanza, al credito e alla previdenza, la maggior parte delle persone riscontra crescenti difficoltà nella gestione del proprio denaro, non solo, e non sempre, per mancanza di risorse ma soprattutto per carenza di competenze finanziarie di base.

Il Museo del Risparmio nasce quindi dall’idea di creare un luogo unico, innovativo, divertente dedicato alle famiglie, agli adulti e ai bambini in cui sia possibile avvicinarsi al concetto di risparmio e investimento con un linguaggio chiaro e semplice, al fine di migliorare il proprio livello di ALFABETIZZAZIONE FINANZIARIA.

È, infatti, possibile fare buone scelte finanziarie anche senza essere in grado di usare formule matematiche complesse!

La missione

Il Museo intende contribuire a diffondere L’EDUCAZIONE FINANZIARIA per aiutare le persone a prendere decisioni razionali e informate e adottare comportamenti che consentano di raggiungere gli obiettivi prioritari della propria vita.

Ma che cos’è l’EDUCAZIONE FINANZIARIA?

È il processo attraverso il quale gli individui gestiscono il denaro con consapevolezza e aumentano la loro familiarità con prodotti, istituzioni e concetti di rischio/rendimento, oltre che la capacità di far di conto.
Il fine è quello di sapere gestire il proprio reddito pianificando a lungo termine.

Il Museo si rivolge ad un pubblico diversificato – adulti, adolescenti e bambini – e vuole stimolare la partecipazione attiva dei suoi visitatori.

Per questo motivo abbiamo puntato sull’EDUTAINMENT o Intrattenimento Educativo, finalizzato a facilitare l’apprendimento attraverso il gioco. Perché, come dice #McLuhan “Non c’è apprendimento senza divertimento e non c’è divertimento senza apprendimento”.

L’organizzazione

Il Museo del Risparmio NON È UN MUSEO TRADIZIONALE ma un progetto di EDUTAINMENT unico nel suo genere. Tecnologia e interattività sono usate per sorprendere i visitatori.

La visita inizia immergendosi nei principali avvenimenti della storia economica (storia e ruolo della moneta, gli scambi commerciali, la nascita del credito fiduciario, le prime attività bancarie, le bolle speculative, introduzione dell’Euro, grandi crisi finanziarie…) per poi approfondire le principali caratteristiche degli strumenti finanziari più conosciuti (azioni, obbligazioni, derivati, assicurazioni, fondi comuni, fondi pensione).

Materiali audiovisivi e interattivi (video 3d, documentari, interviste, animazioni teatrali), realizzati appositamente per soddisfare curiosità e bisogno di approfondimento dei visitatori, sono alla base dei vari percorsi di visita.

Il Museo si arricchisce, inoltre, della contaminazione tra economia, letteratura e cinema. Attraverso la tecnologia il visitatore incontra in una nuova dimensione famosi letterati (Dante, Moliere, Shakespeare e Hemingway) e grandi registi che narrano come hanno trattato il tema del denaro.

L’ultima sala del Museo è poi un esempio riuscito di GAMIFICATION (l’utilizzo di dinamiche di gioco in contesti esterni ai giochi) a servizio dell’educazione!
Attraverso videogames e applicazioni è possibile mettere alla prova le proprie capacità gestionali, valutando in termini di punteggio le proprie abilità nell’uso del denaro.

Le mascotte del Museo, le formiche For&Mika, accompagnano i più piccoli lungo il percorso museale con cartoni animati spiritosi ma seri nel contenuto; crediamo infatti che l’educazione finanziaria debba far parte di quell’investimento in CAPITALE UMANO necessario alla crescita personale delle nuove generazioni.