Arianna. Il filo della finanza


Il Museo del Risparmio di Torino promuove una serie di iniziative per migliorare le conoscenze economico-finanziarie delle donne.

Imparare a gestire i risparmi, a pianificare le spese, a realizzare i progetti. L’arte dell’investimento si può apprendere in modo semplice e divertente, andando oltre gli stereotipi che vorrebbero le donne fin troppo risparmiatrici e restie ad assumere rischi. Nasce con questi obiettivi “Arianna. Il filo della finanza”, il progetto ideato dal Museo del Risparmio per familiarizzare con i concetti di base dell’educazione finanziaria e per imparare a gestire i risparmi in maniera efficace e soddisfacente.

Svariati i percorsi scelti per approfondire con le donne i diversi aspetti della finanza.

Si parte con una call for action per scovare il maggior numero possibile di Libri dei conti di casa nascosti nei bauli dimenticati in soffitta, che saranno esposti in occasione di una mostra intitolata Quel genio di mia nonna! Dai libri di casa al kakebo, in programma dall’8 al 20 marzo nelle sale del Museo.

Saranno organizzati incontri, dibattiti e momenti formativi per stimolare un confronto costruttivo su quelle che possono essere le difficoltà nell’amministrazione di un bilancio e nelle scelte degli investimenti, fornendo elementi di base utili a fare scelte consapevoli.

A genitori e figli sarà proposto un workshop gratuito creato ad hoc per riflettere su come si parla del denaro in famiglia e accrescere la dimestichezza con i concetti di base della contabilità domestica.

Iniziative speciali lanciate sui canali social aiuteranno a riflettere sulla finanza attraverso cinema, letteratura e arte.

Tutte le donne interessate al progetto Arianna. Il filo della finanza sono naturalmente invitate a visitare, da sole o in gruppo, il Museo del Risparmio, dove potranno approfondire gli argomenti di interesse.

È possibile organizzare visite guidate per gruppi.

 

 

Con il patrocinio di:                    LOGO_CITTAMETROPOLITANA_TORINO                     Logo_Fondazione_La Sapienza